A Caldarola li sfiguranti de Montesanto vincono il premio del pubblico domenica 11 dicembre “’a notte de natà” chiuderà la rassegna

Settimo ed ultimo spettacolo, a Caldarola, domenica 11 dicembre, nella sala polivalente Tonelli, alle ore 17.15: sarà la Compagnia Valenti a chiudere la rassegna con la commedia ’A NOTTE DE NATÀ, di Alessandra D’Oria e Fabio Macedoni per la regia di Francesco Facciolli.
Dopo lo spettacolo comico brillante, “QUANDO IN TV COMANDAVA TOPO GIGIO”, ideato e presentato da Pietro e Riccardo Romagnoli di sabato scorso, nel corso del quale il pubblico si è divertito moltissimo interagendo sovente pure con l’attore, c’è stata la premiazione della compagnia che il pubblico ha decretato come la migliore della rassegna DIALETTIAMOCI11, con esclusione della compagnia Valenti organizzatrice. Il pubblico ha assegnato il primo premio a LI SFIGURANTI DE MONTESANTO con la commedia C’E’ MANCATO POCO.
La votazione è stata molto alta nelle medie, tanto che da 8,90 a 9,41 erano racchiuse tutte le compagnie presenti.
“Un segnale di grande qualità – ha commentato il sindaco di Caldarola Luca Giuseppetti – di cui andiamo fieri e che ci incoraggia a proseguire. Chiedo a tutti i presenti di continuare a seguirci, di aiutarci a rifare la comunità, a ricondividere i valori dell’amicizia e della solidarietà. Vorremmo riproporre anche la rassegna IL GUSTO DEL TEATRO: a breve ne parleremo. Intanto ringrazio tutte le aziende sponsor e tutte le compagnie impegnate in questa edizione: avete regalato alla nostra collettività delle serate piacevoli e divertenti”.
C’è stato anche un simpatico siparietto nel corso del quale il sindaco Giuseppetti ha voluto omaggiare i titolari di un’azienda particolarmente sensibile nei confronti di Caldarola, all’indomani del terremoto e a tutt’oggi: la ditta Fol.Vez di Giorgia Rossi e Antonio, residente a Guastalla (RE).
Alla premiazione erano presenti anche il sindaco di Cessapalombo Giuseppina Feliciotti ed il vice Giammario Ottavi, il vice sindaco di Camporotondo di Fiastrone Leonardo Roselli, la consigliera di Serrapetrona Paola Severini, gli amministratori Giovanni Ciarlantini e Teresa Minnucci di Caldarola; ha allietato la serata la conduzione di Camilla Ruffini che ha deliziato il pubblico con alcune canzoni interpretate con sentimento e maestria.
Parole di plauso e di soddisfazione per la rassegna sono venute anche da Catia Elisei e Nazzareno Ortenzi, rispettivamente responsabile della filiale BCC Banca dei Sibillini di Caldarola e direttore commerciale di Oro della Terra.
Presenti tutte le compagnie alle quali è stato consegnato un omaggio enologico (vernaccia) ed una targa a ricordo della partecipazione. Per la compagnia vincente un quadro rappresentante la città di Caldarola.
“Non pensavamo neppure lontanamente a questo prestigioso risultato – commenta Alessandro Melatini, attore de LI SFIGURANTI – e siamo felicissimi, anche per le nostre piccolissime attrici salite sul palco. Credo che il pubblico abbia premiato la nostra spontaneità, la nostra veridicità, in quanto tutto quello che raccontiamo sul palcoscenico lo prendiamo dalla vita quotidiana: quella sì che è un palcoscenico reale!”
Congedo dunque domenica pomeriggio 11 dicembre, con un’opera che racconterà il Natale sacro e profano della nostra tradizione popolare:
Note di regia:
“Un vecchio detto popolare, molto diffuso nelle nostre campagne, recitava: “‘A notte de Natà tutte ‘e vèstie sa’ parlà”. Partendo da questa affermazione abbiamo provato ad attraversare il terreno fertilissimo delle tradizioni popolari, orali e poi trascritte, per curiosare tra le credenze dei nostri avi, tra le occupazioni quotidiane delle nostre famiglie, tra la fede e la leggenda o, sovente, la credulità: ne è scaturito un panorama traboccante di racconti, di usanze, di tradizioni cessate, di abitudini ancora invalse, di tenerezza e di lirismo, di guasconeria e di garbo e, infine, di magia e di incanto. La strada della ricerca l’abbiamo percorsa in compagnia del maestro Giovanni Ginobili, cui si deve una costante, attenta e puntigliosa ricerca e raccolta di ogni racconto, di ogni frase di ogni sillaba che potesse uscire dalla bocca degli anziani di un tempo, depositari di conoscenze di prima mano allora, di ricordi sbiaditi oggi, che lui ha saputo collazionare con estrema e maniacale perfezione. A questa ispirazione, poi, strada facendo, abbiamo aggiunto altre cose, abbiamo immaginato situazioni possibili e ipotetiche; abbiamo, per dirla in breve, raccontato la nostra “meraviglia”.
La rassegna è stata organizzata dalla Compagnia Valenti in collaborazione con i comuni di Belforte del Chienti, Camporotondo di Fiastrone, Caldarola, Cessapalombo e Serrapetrona, con il patrocinio di Regione Marche, Pro Loco Caldarola e UILT e col sostegno di Oro della Terra, Infissi Design, Rutthen, BCC Banca dei Sibillini, Malagrida Manifatture, ASSM Tolentino e Valbeton

Contenuto inserito il 06/12/2022
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità