“La Cenerentola maritata” conclude la quarta rassegna “Il Gusto del Teatro”

La quarta rassegna Il Gusto del Teatro va in archivio a Caldarola e chiude con l’opera “La Cenerentola maritata”, un monologo a più voci di Manlio Santanelli con Scilla Sticchi nella parte della protagonista e la regia di Francesco Facciolli. È stata una serata particolare, più affollata del solito, con una curiosità notevole attivata dal contenuto scenico e dalla consapevolezza di rivedere sul palcoscenico una delle attrici più brave della recitazione italiana, ovviamente restando nel campo dell’amatorialità.

Ma di amatoriale Scilla Sticchi, insieme al marito Francesco Facciolli, ha ben poco. E se ne è avveduto anche il folto pubblico presente che ha seguito la pièce con una religiosa attenzione per poi tributare, alla fine del monologo, un lungo, scrosciante e fragoroso applauso a lei, regina del palcoscenico, a Francesco Facciolli, impareggiabile regista e voce fuori campo ed anche a Daniele Facciolli, in veste di responsabile di luci e suoni.

Non era andata peggio all’apericena, dove il sindaco Luca Giuseppetti aveva fatto da cicerone lungo il percorso gastronomico preparato per l’ultima serata. Tante buone pietanze ed un olio Coroncina vanto della comunità caldarolese. Al termine dello spettacolo sono stati assegnati i premi del pubblico sia alla rassegna Dialettiamoci8 che al Gusto del Teatro 4. Presenti tutte le compagnie, fatta eccezione per quella veneziana impegnata nelle prove anche nel fine settimana. Presenti anche il sindaco di Cessapalombo Giammario Ottavi ed il vice di Camporotondo Leonardo Roselli, essendo la rassegna dialettale organizzata in collaborazione con i 5 Comuni.

Per Dialettiamoci8 ha vinto il premio la commedia di Amedeo Gubinelli Patre pe’ procura, presentata dall’omonima compagnia settempedana: Cesare Bordo ha ritirato il premio.

Per Il Gusto del Teatro4 ha vinto Il barbiere di Siviglia, presentato dalla compagnia TeatroImmagine di Venezia, in apertura di rassegna.

Risibili gli scarti fra le medie voto delle compagnie, a testimonianza della grande qualità presente in scena. Ha condotto la serata di premiazioni Ester De Troia, apprezzata giornalista.

“Concludiamo un periodo ricco di divertimento, di impegno e di risate; ringrazio tutte le aziende che si sono mostrate tangibilmente disponibili e tutti coloro che hanno collaborato – ha detto il sindaco Luca Giuseppetti; quest’anno è stato veramente impegnativo, soprattutto preparare le serate dell’apericena. Siamo, però, molto soddisfatti dei risultati di pubblico ottenuto; ne avrei gradito un po’ di più dal lato dei caldarolesi, ma sappiamo anche accontentarci”.

Parole di plauso sono venute anche dagli altri sindaci per la buonissima riuscita delle due manifestazioni, cui hanno fatto eco le dichiarazioni di Francesco Facciolli, direttore artistico de IL GUSTO DEL TEATRO:” Una grande stagione sottolineata dalla qualità artistica, dall’accoglienza e dal senso di ospitalità dell’amministrazione comunale. Credo che l’affluenza di pubblico registrata sia una testimonianza sicura di come quest’anno abbia funzionato l’appuntamento. Ne siamo felici, perché abbiamo visto tante persone innamorate del teatro e attente. È di certo un buon segnale, anche per continuare”.

“Ci prepariamo con entusiasmo per la prossima stagione – dichiara Fabio Macedoni, presidente della compagnia Valenti – perché dobbiamo continuare a fare di questa cittadina un punto fermo della qualità: enogastronomica ed artistica. Solo così certe manifestazioni potranno esprimere tutta la loro potenzialità e la loro ricchezza”.

Moltissime le aziende che hanno aderito a questa quarta rassegna: Oro della Terra, Cantine Belisario, BCC Banca dei Sibillini, Rhütten, Valbeton, Marco Imperatori Movimento Terra, Bozzi Paolo, Porzi Ezio Impianti elettrici, Azienda Quadraroli Sandro, Alimentari Ferranti Pa’ e salato, Azienda Vinicola Colleluce, Coroncina, Rocchi Paris, Biscottificio Annavini, Maurizi Luigino, Biscottificio Carducci, Caseificio Di Pietrantonio, Pizzeria Mariella, Azienda agricola Fabbrizi Paolo, Azienda agricola Angeletti, Nuova Simonelli, Bernys, Forno De Luca & Petetta, Hotel Tesoro, Pizza in Piazza, Systematica. Hanno collaborato anche il Nuovo Oratorio Cristo Re e la Pro Loco.

Prossimi appuntamenti teatrali a Caldarola: domenica 24 marzo, alle 17, nella sala Tonelli, Passione e morte di Gesù Cristo (secondo Marco), selezioni di testi e poesie nei dialetti delle Marche, con gli interventi di Manlio Baleani, autore del libro omonimo e di Mons. Giovanni Tonucci, arcivescovo emerito di Loreto. Sarà una lettura teatrale nei dialetti di Ascoli Piceno, Macerata, Jesi, Fano, Ancona, Portorecanati e San Severino Marche. Inoltre ci sarà la partecipazione straordinaria dell’Associazione Cappella Musicale del Duomo-Coro Universitario di Camerino, diretta dal M° Luciano Feliciani.

Sabato 4 maggio, alle ore 21.30, sempre nella sala Tonelli la Compagnia teatrale Fabiano Valenti presenterà l’ultima opera messa in scena, una commedia in due tempi dal titolo Rengraziènno Dio!, di Fabio Macedoni per la regia di Francesco Facciolli.

Contenuto inserito il 26/02/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità