“NEMICI COME PRIMA” in scena sabato 1 novembre a Dialettiamoci5

P1040520wSabato prossimo, 1 novembre, alle 21.15, al teatro comunale di Caldarola, secondo appuntamento con la commedia “Nemici come prima” di Gianni Clementi, tradotta in dialetto maceratese da Quinto Romagnoli, che ne cura anche la regia, presentata dal CTR Macerata e da La Fabbrica dei Sogni di Tolentino.

Dopo una sfavillante apertura con la Filodrammatica Piorachese, sarà la volta di una compagnia che si presenta con una co-produzione e che mette in scena, con sapiente regia, un’opera che l’autore Gianni Clementi ha saputo rendere godibile, leggera ed anche pervasa da qualche elemento di tragicità. La commedia resta brillante, diverte e invita alla riflessione.

Dalle note di regia: Nemici come prima è una commedia che, con leggerezza, vuole essere una riflessione sui rapporti familiari e su quanto spesso siano complicati. Una famiglia si ritrova al capezzale del patriarca morente. Messi al corrente delle condizioni sempre più critiche dell’uomo, i figli (con i rispettivi coniugi a seguito) pur non vedendosi da svariati anni si ritrovano a dover attendere insieme la morte del padre. Ma sarà proprio l’attesa di questa dipartita che permetterà di riannodare fili ormai spezzati da tempo: i fratelli avranno l’occasione di parlare e ritrovarsi, dimenticando per un po’ gli antichi dissapori. La morte quindi, finirà per riunirli. A patto che sopraggiunga con una certa celerità…
Il vecchio patriarca infatti, nonostante le condizioni critiche, sembra deciso a non voler passare a miglior vita e così, dopo l’insperato riavvicinamento, tra i fratelli cominciano a riaffiorare i motivi che hanno causato il loro distacco in tutti questi anni. L’anticamera della sala di rianimazione non tarderà a trasformarsi in una sorta di aula di tribunale, dove i fratelli non esiteranno a scagliarsi ridicole accuse incrociate e comiche recriminazioni. Una commedia che racconta come, anche di fronte alla morte, le piccolezze umane finiscano spesso con l’avere la meglio sul trascendente.

“La prima serata è stata da incorniciare – commenta Emanuele Tondi, sindaco di Camporotondo – e credo che il pubblico ha manifestato tangibilmente il suo apprezzamento. Sono sempre più convinto che dobbiamo continuare su questa strada, cioè della valorizzazione delle nostre risorse culturali che sono e resterannos empre uniche e dunque inimitabili ed autentiche”.

La rassegna, organizzata dalla Compagnia Fabiano Valenti è sostenuta dai 5Comuni (Belforte del Chienti, Camporotondo di Fiastrone, Caldarola, Cessapalombo e Serrapetrona), dalla Comunità Montana dei Monti Azzurri e dagli sposnor Oro della Terra, Infissi Design, Libreria Del Monte e Albani Divani e Poltrone. Ha il patrocinio delle due università di Camerino e Macerata e della UILT (Unione Italiana Libero Teatro).

Il prezzo, per ogni singolo spettacolo, è rimasto invariato a 5 euro. La vendita dei biglietti inizierà alle ore 19 del giorno dello spettacolo.

Allegati

Scarica allegato [PDF - 280 KB - Ultima modifica: 29/10/2014]

Contenuto inserito il 29/10/2014

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa Compagnia Valenti

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità